Osservatorio Ambientale Nodo AV Firenze

Come si compone

Il 03.03.1999, tramite l'istituto della Conferenza dei Servizi indetta dal Ministro dei Trasporti, è stato approvato il progetto relativo al Nodo ferroviario di Firenze compreso nella linea ferroviaria Milano-Napoli. Nell’ambito della suddetta Conferenza dei Servizi, le conclusioni dell’iter istruttorio sono state raccolte nell’Accordo Procedimentale firmato il 3 marzo 1999 tra il Ministero dell'Ambiente, Ministero dei Trasporti, Ferrovie dello Stato S.p.A., T.A.V. S.p.A (a cui oggi è subentrata R.F.I.), Regione Toscana, Provincia di Firenze e Comune di Firenze avente ad oggetto gli impegni e le procedure operative per la realizzazione delle opere necessarie alla realizzazione del "Nodo di Firenze", con particolare riferimento alla compatibilità ambientale delle opere nella fase costruttiva ed in quella di esercizio. In attuazione a quanto previsto dall’art. 5 del citato Accordo Procedimentale è stato costituito l’Osservatorio Ambientale del Nodo di Firenze composto da sei membri che vengono designati dai seguenti Enti:

  • Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare;
  • Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti;
  • FS-RFI S.p.A;
  • Regione Toscana;
  • Provincia di Firenze;
  • Comune di Firenze.

L'Osservatorio Ambientale è presieduto dal membro designato dal Comune di Firenze. Questa struttura, a partire dalla sua costituzione, segue direttamente, coadiuvata anche dal Supporto Tecnico, l’avanzamento dei lavori per la realizzazione delle opere e degli interventi connessi, secondo direttive ed programma di attività redatto dall’Osservatorio stesso, riferendo al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, sulla conformità dei lavori al progetto approvato e a quanto determinato in attuazione dell’Accordo Procedimentale.