Osservatorio Ambientale Nodo AV Firenze

Obiettivi e compiti

L’Osservatorio Ambientale, istituito presso il Ministero dell’Ambiente per tutta la durata dei lavori e sino al termine previsto per la fase di monitoraggio, tra i suoi compiti principali:

  • sovrintende all’attuazione dell’Accordo Procedimentale, sottoscritto tra Ministero dell’Ambiente, Ministero dei Trasporti, Ferrovie dello stato S.p.A., TAV S.p.A ( a cui oggi è subentrata R.F.I.), Regione Toscana, Provincia di Firenze, Comune di Firenze, in occasione della Conferenza di Servizi del 30.03.1999;
  • verifica l’attuazione del progetto definitivo approvato dalla Conferenza dei Servizi con riguardo alla sua corretta esecuzione sotto il profilo ambientale ed adotta ogni iniziativa utile a favorire la realizzazione dei lavori nei tempi indicati, secondo il progetto definitivo approvato con le relative prescrizioni;
  • esamina gli elaborati di carattere ambientale esprimendo ogni indicazione ritenuta utile;
  • esprime parere sulle eventuali varianti al progetto predisposte in sede di realizzazione delle opere ed interventi;
  • approva il programma di monitoraggio ambientale, esamina gli esiti delle misure e prescrive gli interventi che si rendessero necessari.

In relazione a tali compiti, le attività dell’Osservatorio riguardano:

  • l’approvazione del Progetto di Monitoraggio Ambientale (PMA) predisposto dal Soggetto Proponente per verificarne la rispondenza con quanto indicato nell’Accordo Procedimentale previo parere del Supporto Tecnico;
  • la validazione, ivi compresa la valutazione degli impatti e delle relative mitigazioni, degli esiti del monitoraggio ambientale, previa l’analisi critica del Supporto tecnico per proporre eventuali necessità di intervento e/o azioni correttive e migliorative in relazione all’ubicazione dei punti di misura, alle tipologie e frequenze delle analisi e dei campionamenti per le diverse componenti ambientali;
  • la verifica degli elaborati tecnico-progettuali relativi agli aspetti ambientali dei progetti, con l’espressione del proprio parere sui progetti esecutivi;
  • la verifica del rispetto delle prescrizioni dell’Accordo Procedimentale, delle Valutazioni di Impatto Ambientale (VIA) e delle Conferenze di Servizi nonché di quelle contenute nei propri pareri, sia in fase di progettazione, sia in fase di realizzazione delle opere.

Le deliberazioni dell’Osservatorio Ambientale sono assunte all’unanimità dei presenti con l’intervento di almeno 4 membri. Nel caso non si raggiunga l’unanimità, e ciò possa recare pregiudizio al rispetto dei tempi indicati nell’Accordo Procedimentale, ovvero su richiesta del rappresentante del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, della Regione Toscana, della Provincia di Firenze o del Comune di Firenze, il Presidente dell’Osservatorio Ambientale rimette entro 30 giorni la questione al Ministro dell’Ambiente per la sua risoluzione entro i successivi 30 giorni. Il Presidente dell’Osservatorio Ambientale informa gli altri Enti locali territorialmente interessati sull’attività dell’Osservatorio stesso ed assicura la disponibilità e l’accessibilità della documentazione in proprio possesso.