Osservatorio Ambientale Nodo AV Firenze

Iter autorizzativo del progetto

Il Progetto del Nodo Ferroviario di Firenze relativo al Passante ferroviario AV/AC e alla Stazione sotterranea è stato approvato il 3 marzo 1999 a seguito del parere favorevole degli Enti competenti reso nella Conferenza di Servizi convocata con Decreto del Ministero dei Trasporti e della Navigazione del 3 dicembre 1998.

Sullo stesso Progetto si è espressa anche la Commissione VIA che, con parere del 18 febbraio 1999, ha ritenuto il Progetto ed il relativo Studio di Impatto Ambientale (SIA) meritevoli di approvazione.

Successivamente, sono state introdotte alcune modifiche conseguenti sia ad esigenze connesse all’esercizio ferroviario nell’area tra Castello e Rifredi, sia alla definizione del Progetto della Nuova Stazione AV/AC da parte dei vincitori di uno specifico concorso internazionale di progettazione: Foster and Partners in A.T.I. con Ove Arup.

Per conseguire l’approvazione di dette modifiche è stata indetta, con Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, una nuova Conferenza dei Servizi che si è conclusa il 23 dicembre 2003 con l’approvazione delle modifiche relative al "Passante AV/AC tra le stazioni di Castello e Rifredi" e del "Progetto Definitivo della nuova Stazione AV/AC di Firenze" mentre il Ministero dell’Ambiente, nell’ambito della stessa Conferenza dei Servizi, ha richiesto un’autonoma Valutazione di Impatto Ambientale per il progetto del dispositivo infrastrutturale di Scavalco. Pertanto, in data 9 aprile 2004, è stato pubblicato lo Studio di Impatto Ambientale del "Progetto di Sistemazione a PRG ferroviario tra le stazione di Firenze Castello e Firenze Rifredi e per la realizzazione del dispositivo infrastrutturale di Scavalco" che è stato sottoposto, secondo la normativa vigente, alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale.

Nel luglio del 2004 è stata indetta un’ulteriore Conferenza di Servizi per il Progetto del solo Scavalco che, acquisita la pronuncia favorevole sullo SIA, decretata di concerto tra il Ministero dell’Ambiente ed il Ministero dei Beni e le Attività Culturali il 23 giugno 2005, è stato approvato con il provvedimento conclusivo della Conferenza di Servizi del 22 luglio 2005.

Si è in tal modo concluso l’iter di approvazione in Conferenza dei Servizi del Progetto Definitivo dell’intervento di Penetrazione Urbana AV/AC del Nodo di Firenze, prevedendo di affidare ad un unico Contraente Generale il successivo sviluppo progettuale e la realizzazione delle opere che lo compongono e, in particolare, dello Scavalco, del Passante e della Nuova Stazione AV/AC.

A tale scopo i Progetti delle cantierizzazioni di Scavalco, Passante, Stazione e dei relativi aspetti ambientali sono stati sottoposti alla valutazione dell’Osservatorio Ambientale del Nodo di Firenze che, nella seduta del 11 novembre 2005, ha espresso parere favorevole a detti Progetti, consentendo l’avvio della fase di gara.

Nel maggio 2007, la Società Rete Ferroviaria Italiana S.p.A, rappresentata da Italferr S.p.A, ha stipulato il Contratto con il Contraente Generale (l’ATI Coopsette-Ergon Engineering and Contracting, successivamente costituitasi nella Società di Progetto denominata “Nodavia”) che si è aggiudicato la gara per la Progettazione Esecutiva e la realizzazione dell’intero intervento.

I Progetti Esecutivi redatti dal Contraente Generale sono stati sottoposti all’esame dell’Osservatorio Ambientale per l’acquisizione dei pareri di competenza previsti dall’Accordo Procedimentale del 3 marzo 1999.

Detti pareri, a valle dell’esame istruttorio che l’Osservatorio ha effettuato avvalendosi del proprio Supporto Tecnico (Arpat e Inspra), sono stati espressi, con esito favorevole, per il complesso dei lavori in cui è articolato l’intero intervento:

  • Opere Propedeutiche alla realizzazione dello Scavalco - parere emesso il 10 settembre 2007;
  • Scavalco - parere emesso il 13 gennaio 2009;
  • Opere Propedeutiche alla realizzazione del Passante e della nuova Stazione AV/AC, parere emesso il 29 aprile 2009.
  • Passante e Stazione AV/AC, parere emesso il 5 febbraio 2010.

Nel contempo, in ottemperanza a quanto previsto dall’art.186 del D.Lgs.152/06, è stato sviluppato il Piano di Gestione delle Terre del Passante e della Stazione AV prevedendone il riutilizzo per la realizzazione di una collina con funzione di mitigazione paesaggistica ed acustica nel sito, già individuato nell’ambito dello VIA e nel Progetto approvato nella CdS del marzo del 1999, della ex Cava di lignite di Santa Barbara di proprietà di Enel. Il Piano di gestione delle Terre ed il relativo progetto della collina hanno acquisito il benestare dell’Osservatorio Ambientale nella seduta del 14 maggio 2008. Le terre provenienti dagli scavi per la realizzazione dello Scavalco sono invece destinate, in ottemperanza alla relativa VIA, all’interporto di Guasticce.

Parallelamente si è sviluppato l’iter relativo al monitoraggio ambientale. Infatti, l’Accordo Procedimentale, sottoscritto nel marzo del 1999 con il Ministero dell’Ambiente prevede anche l’esecuzione di un imponente monitoraggio Ante Operam, in Corso d’Opera e Post Operam.

Il Progetto del Monitoraggio delle componenti ambientali (ambiente idrico sotterraneo e superficiale/atmosfera/rumore/vibrazioni/elettromagnetismo) è stato approvato dall’Osservatorio Ambientale nelle sedute del 14 giugno 2002 e del 13 giugno 2003. Successivamente, sono stati prodotti degli aggiornamenti recepiti nell’ultima stesura del Progetto di Monitoraggio Ambientale anche questa approvata dall’Osservatorio Ambientale con verbale del 4 luglio 2007.

Il monitoraggio delle componenti ambientali viene effettuato direttamente dal Gruppo F.S. e, in particolare, dalla Società Italferr S.p.A. su incarico di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A.

In particolare, il monitoraggio dello stato Ante Operam, è stato eseguito dal 2001 al 2007; le risultanze sono state validate nell’ambito delle sedute dell’Osservatorio svoltesi negli stessi anni. E’ già attivo il monitoraggio in Corso d’Opera per i cantieri per la realizzazione dello Scavalco e delle opere propedeutiche del Passante e della Stazione mentre sarà avviato, contestualmente alla consegna dei lavori, il monitoraggio in corso d’opera per la realizzazione del Passante e della Stazione AV/AC.

Consulta la sezione "Monitoraggio" e i relativi risultati validati dall’Osservatorio Ambientale...