Osservatorio Ambientale Nodo AV Firenze

Supporto Tecnico all’OA

Sulla base di quanto previsto dall’art. 7 dell’Accordo Procedimentale il Ministero dell’Ambiente ha provveduto alla costituzione, tramite la stipula della Convenzione sottoscritta in data 3 ottobre 2002 tra la TAV (in qualità di Proponente le opere a cui, in data 27.07.2004, è subentrata RFI), ANPA (ora ISPRA) e ARPA Toscana, di un’apposita struttura con funzioni di Supporto Tecnico e di Segreteria Tecnica che ha lo scopo di assistere l’Osservatorio Ambientale.

Questa struttura, a partire dalla sua costituzione, segue direttamente l’avanzamento dei lavori per la realizzazione delle opere e degli interventi connessi, secondo le direttive ed il programma di attività approvato dall’Osservatorio Ambientale, riferendo allo stesso e, per il suo tramite, al Ministero dell’Ambiente, sulla conformità dei lavori al progetto approvato e a quanto determinato in attuazione dell’Accordo Procedimentale.

Compiti del Supporto Tecnico

I compiti di ISPRA e di ARPA Toscana nel ruolo di Supporto Tecnico all’Osservatorio Ambientale del Nodo AV di Firenze, riguardano in particolare:

  • l’istruttoria tecnica del Progetto di Monitoraggio Ambientale (PMA) predisposto dal Soggetto Proponente, per verificarne la rispondenza con quanto indicato nell’allegato 3 all’Accordo Procedimentale e l’idoneità degli indicatori ambientali considerati per ciascuna delle componenti ambientali interessate, in funzione della normativa di riferimento e degli standard tecnico-scientifici;
  • l’analisi critica degli esiti del monitoraggio ambientale al fine di sottoporre all’Osservatorio Ambientale eventuali necessità di intervento e/o azioni correttive e migliorative in relazione all’ubicazione dei punti di misura, alle tipologie e frequenze delle analisi e dei campionamenti per le diverse componenti ambientali;
  • la predisposizione di istruttorie tecniche, pareri e documenti di orientamento in merito agli elaborati tecnico-progettuali sottoposti dal Proponente all’approvazione dell’Osservatorio Ambientale (progetti dei cantieri, relazioni di avanzamento del monitoraggio, modalità di realizzazione delle opere e quant’altro.);
  • la verifica del rispetto delle prescrizioni riportate negli Accordi Procedimentali e di quanto disposto dall’Osservatorio Ambientale nello svolgimento delle proprie attività;
  • l’esecuzione di sopralluoghi in corrispondenza delle aree di cantiere, allo scopo di verificare lo stato di avanzamento dei lavori, la corretta gestione delle aree di cantiere, l’effettiva realizzazione delle misure previste per la salvaguardia dei recettori presenti e quanto altro ritenuto necessario.

ISPRA come previsto dalla Convenzione svolge il ruolo di coordinamento del Supporto Tecnico e la funzione di Segreteria Tecnica dell’Osservatorio Ambientale, curando in particolare gli aspetti funzionali (procedure interne, flussi informativi, gestione delle informazioni e della documentazione tecnica) e la gestione delle eventuali segnalazioni pervenute all’Osservatorio Ambientale. Svolge inoltre, in stretto rapporto con le ARPA che fanno parte dei Supporti Tecnici ai diversi Osservatori Ambientali delle Tratte/Nodi AV, il Coordinamento Trasversale di tali strutture, allo scopo di garantire l’omogeneizzazione delle procedure, degli strumenti, delle esperienze e delle modalità operative, con l’obiettivo di pervenire all’individuazione e all’utilizzo nei diversi Osservatori Ambientali istituiti, di criteri e metodologie il più possibile condivisi.

L’ultima convenzione con ISPRA è del Dicembre 2013, mentre l’ultima convenzione con ARPAT è di Agosto 2013.

Tale attività viene svolta da ISPRA, assicurando sia un flusso informativo costante tra i Supporti Tecnici dei diversi Osservatori Ambientali, attraverso lo scambio di conoscenze, metodologie ed esperienze, sia favorendo la formazione di Gruppi di Lavoro inter-agenziali, che hanno il compito di approfondire specifiche tematiche di carattere tecnico-scientifico, la cui esigenza scaturisce dallo sviluppo delle attività svolte dalle stesse Agenzie nell’ambito dei Supporti Tecnici ai diversi Osservatori Ambientali.